Cardio Protetto
Creiamo aree cardio protette

  • Scroll to Next
Gli operatori della N.S.T. sono da anni impegnati nel settore della formazione e consulenza per promuovere la diffusione dell'educazione sanitaria e la cultura del primo soccorso.

Dalla lunga esperienza nel settore nasce il progetto "Cardioprotetto".

Il progetto ha lo scopo di creare luoghi e gruppi nei quali venga garantita la presenza di "First Responder", cioè di soggetti idoneamente formati a prestare soccorso in situazione di emergenza medica e abilitati all'uso del defibrillatore.

Il progetto si rivolge a Centri Commerciali, Mercati Rionali, Plessi Scolastici, Centri Sportivi, Discoteche, Stabilimenti Balneari ecc., cioè tutti quei luoghi dove, per esigenze commerciali, istituzionali o sociali si raccolgono gruppi numerosi di persone e dove accadono con maggiore frequenza episodi che richiedono un pronto intervento salvavita.

L'iniziativa intende diffondere la cultura del primo soccorso nel territorio attraverso una formazione di alto livello qualitativo, che segue le linee guida ed i protocolli internazionali dell'American Heart Association (AHA).
L'Associazione realizzerà il corso direttamente nel contesto istituzionale o aziendale che richiederà l'intervento formativo, per meglio adattarlo alle sue specifiche esigenze, e gli fornirà l'attestazione di "Luogo Cardioprotetto", cioè luogo nel quale viene garantita la presenza di personale idoneamente formato a prestare interventi di primo soccorso.

In base al numero di partecipanti al corso presso l'ente/istituzione, il progetto "Cardioprotetto" prevede anche la possibilità di formazione gratuita di primo soccorso per il personale e la donazione di un defibrillatore semiautomatico (DAE) alla struttura.

Tutti i corsi saranno realizzati con metodologie didattiche che coinvolgeranno attivamente i partecipanti, e l'impiego di manichini simulatori permetterà di sperimentare le principali tecniche salvavita, favorendone l'apprendimento.

cardio protetto
"Progetto Scuola"
La scuola è uno di quei luoghi dove con frequenza si verificano incidenti che richiedono un intervento tempestivo di primo soccorso. Gli incidenti possono essere dovuti sia a cause accidentali - come cadute o infortuni durante le attività sportive - sia a malori improvvisi o legati a patologie croniche, e possono colpire tanto gli studenti che il personale scolastico.
In caso di incidente a scuola, la presenza sul posto di personale adeguatamente formato, che sappia quando e come intervenire in modo opportuno, si rivela fondamentale.

Nelle circostanze particolarmente gravi la capacità di mettere atto manovre salvavita e la presenza di un defibrillatore può essere di vitale importanza e/o impedire un aggravamento dell'infortunato in attesa dell'arrivo del soccorso medico.
Il "Progetto Cardioprotetto" si rivolge a dirigenti scolastici, docenti, ausiliari, tecnici e amministrativi e mira all'apprendimento delle manovre salvavita, come la disostruzione da corpo estraneo o la rianimazione cardiopolmonare. Il percorso formativo inoltre è strutturato in modo da fornire al personale scolastico una preparazione base per la gestione di studenti con particolari problematiche di natura medica (es. diabete, epilessia) e venire incontro alle sue specifiche esigenze sul luogo di lavoro.
Il progetto si pone inoltre in un'ottica educativa e preventiva, allo scopo di diffondere fra gli studenti e le loro famiglie una maggiore informazione in materia di primo soccorso, di evitare la messa in atto di comportamenti scorretti e di favorire l'apprendimento di semplici modalità di intervento che, se praticate correttamente, possono essere "salvavita". Ciò verrà realizzato attraverso percorsi formativi appositamente strutturati per i partecipanti, da realizzare presso l'Istituto.
Il progetto promosso dalla N.S.T. prevede inoltre la possibilità, in base al numero di partecipanti al corso, di formazione gratuita di primo soccorso per il personale scolastico e di donazione di un defibrillatore semiautomatico (DAE) che diventerà un dispositivo medico in dotazione dell'Istituto Scolastico. Verrà offerto inoltre un corso di aggiornamento gratuito per il personale scolastico, da realizzare a distanza di 6-12 mesi dalla prima formazione.
Alle scuole che aderiranno al progetto e seguiranno il percorso formativo, la N.S.T. fornirà inoltre l'attestazione di "Luogo Cardioprotetto", cioè luogo nel quale viene garantita la presenza di personale idoneamente formato a prestare interventi di primo soccorso.
I moduli sono differenziati in base ai destinatari, prevedendo percorsi di formazione strutturati in base alle specifiche esigenze dei destinatari:
- Percorso "Avanzato" o "Base" per il Dirigenti scolastici, docenti, ausiliari, tecnici e amministrativi
- Percorso "Base" per genitori e studenti dai 12 anni in su,
- Percorso "Bambini" per studenti dai 7 ai 12 anni.
Progetto "Centri Sportivi"
La pratica costante e regolare dello sport ha molti effetti benefici, ma ciò non deve far dimenticare i rischi che sono connessi con l'attività sportiva, sia a livello agonistico che amatoriale. I rischi possono dipendere da diversi fattori, tra i quali: l'età del soggetto che pratica sport, la presenza di malattie e/o fattori di rischio cardiovascolare di cui egli è portatore, il suo grado di allenamento, il tipo e l' intensità dell'attività sportiva svolta.
Nei casi più frequenti, un incidente o un infortunio improvviso possono causare un "trauma sportivo", come una lesione muscolare, una lussazione o una frattura. Inoltre, vi sono circostanze in cui lo stress intenso cui l'organismo viene sottoposto durante l'attività sportiva può aggravare una condizione medica nota o far emergere patologie silenti, sconosciute al soggetto che pratica sport e non rilevate in occasione dei controlli medici di routine.
In caso di incidente o malore durante lo svolgimento dell'attività sportiva, il primo soccorso, cioè quell'insieme di manovre che gli allenatori, i compagni di squadra o il personale dell'impianto sportivo mettono in atto per soccorrere l'infortunato, permette di prevenire conseguenze più gravi e di migliorare la prognosi medica. Nei casi di una certa gravità, un intervento di primo soccorso praticato in modo corretto e tempestivo da un "First Responder" con idonea preparazione si rivela decisivo, e può arrivare a salvare la vita della persona.
Una persona in arresto cardiaco infatti, se non viene eseguito tempestivamente il massaggio cardiaco, va incontro a danni irreversibili già dopo 5 minuti dalla perdita di coscienza. Perdere minuti preziosi può dunque rivelarsi fatale. Tra gli operatori sportivi e coloro che assistono all'evento vi devono essere persone preparate ad affrontare queste situazioni, che sappiano intervenire immediatamente per superare la fase critica salvare la vita dello sportivo, iniziando immediatamente la rianimazione cardiopolmonare.
Dal 20 gennaio 2016 è obbligatoria la presenza del defibrillatore in tutti gli impianti sportivi, anche durante gli allenamenti. I DAE (defibrillatori automatici esterni) sono dispositivi che analizzano il ritmo cardiaco e guidano il soccorritore nella defibrillazione. Si tratta di strumenti di facile utilizzo che assistono in tutte le fasi del processo, garantendone la completa sicurezza. è fondamentale che questo strumento salvavita sia sempre a portata di mano nella struttura sportiva e vi siano persone in grado di utilizzarlo in situazioni di emergenza.
Il "Progetto Centri Sportivi" della N.S.T. ha l'obiettivo di formare personale e frequentatori dei Centri sportivi (palestre, circoli, impianti sportivi) al primo soccorso, fornendo loro la preparazione necessaria per intervenire in caso di necessità, praticando le corrette manovre di intervento in attesa dell'arrivo del soccorso medico. Il progetto prevede inoltre la possibilità, in base al numero di partecipanti al corso, di formazione gratuita di primo soccorso per il personale sportivo e di donazione di un defibrillatore semiautomatico (DAE) che diventerà un dispositivo medico in dotazione del Centro Sportivo.
I moduli proposti sono differenziati in base ai destinatari, prevedendo percorsi di formazione strutturati in base alle loro specifiche esigenze:
- Percorso "Avanzato" o "Base" per istruttori e personale dell'impianto sportivo
- Percorso "Base" per chi pratica attività sportiva
- Percorso "Bambini" per sportivi tra i 7 ed i 12 anni
Progetto "Centri Fieristici"
I centri fieristici sono strutture ad alta frequentazione, che necessitano di personale idoneamente preparato a svolgere interventi di primo soccorso in caso di necessità. La presenza di defibrillatori posizionati in punti strategici e di soccorritori abilitati all'utilizzo di queste apparecchiature è fondamentale per poter praticare in modo tempestivo interventi che possono rivelarsi "salvavita". L'apprendimento delle tecniche di primo soccorso verrà realizzato dalla N.S.T. attraverso percorsi formativi ad hoc realizzati presso la struttura.
Il progetto promosso dalla N.S.T. prevede inoltre la possibilità, in base al numero di partecipanti al corso, di formazione gratuita di primo soccorso per il personale del centro fieristico e di donazione di un defibrillatore semiautomatico (DAE) che diventerà un dispositivo medico in dotazione della struttura. L'offerta formativa include inoltre un corso di aggiornamento gratuito per il personale del centro, da realizzare a distanza di 6-12 mesi dalla prima formazione.
I moduli proposti si rivolgono al personale del centro fieristico, prevedendo percorsi di formazione strutturati in base alle loro specifiche esigenze:
- Percorso "Avanzato" con abilitazione all'uso del defibrillatore
- Percorso "Base" per l'apprendimento delle principali tecniche salvavita
Progetto "Centri Commerciali"
I centri commerciali sono strutture ad alto flusso di persone, dove possono verificarsi con una certa frequenza situazioni che necessitano un intervento di primo soccorso. Nei casi più gravi, la presenza di defibrillatori posizionati in punti strategici e di soccorritori abilitati all'utilizzo di queste apparecchiature è fondamentale per poter praticare in modo tempestivo interventi che possono rivelarsi "salvavita". L'apprendimento delle tecniche di primo soccorso verrà realizzato dalla N.S.T. attraverso percorsi formativi appositamente realizzati presso la struttura.
Il progetto promosso dalla N.S.T. prevede inoltre la possibilità, in base al numero di partecipanti al corso, di formazione gratuita di primo soccorso per il personale del centro commerciale e di donazione di un defibrillatore semiautomatico (DAE) che diventerà un dispositivo medico in dotazione della struttura. L'offerta formativa include inoltre un corso di aggiornamento gratuito per il personale del centro, da realizzare a distanza di 6-12 mesi dalla prima formazione.
I moduli proposti si rivolgono al personale del centro commerciale, prevedendo percorsi di formazione strutturati in base alle loro specifiche esigenze:
- Percorso "Avanzato" con abilitazione all'uso del defibrillatore
- Percorso "Base" per l'apprendimento delle principali tecniche salvavita
Progetto "Mercati Rionali"
I mercati rionali sono luoghi ad alta frequentazione, dove possono verificarsi con una certa frequenza situazioni che richiedono un intervento di primo soccorso. La possibilità di dotare anche questi luoghi di defibrillatori, posizionati in punti strategici e facilmente raggiungibili, è di fondamentale importanza per tutelare la sicurezza dei cittadini. Formare soccorritori abilitati all'utilizzo di queste apparecchiature garantisce di poter intervenire in modo tempestivo in caso di necessità, realizzando interventi "salvavita".
Il progetto promosso dalla N.S.T. si pone nell'ottica di incrementare il livello di sicurezza di questi luoghi, realizzando presso i mercati rionali corsi di primo soccorso appositamente strutturati. Il progetto prevede inoltre la possibilità, in base al numero di partecipanti al corso, di formazione gratuita di primo soccorso per il personale, e di donazione di un defibrillatore semiautomatico (DAE) che diventerà un dispositivo medico in dotazione presso la struttura. L'offerta formativa include inoltre un corso di aggiornamento gratuito, da realizzare a distanza di 6-12 mesi dalla prima formazione.
I moduli proposti si rivolgono al personale del mercato rionale, prevedendo percorsi di formazione strutturati in base alle loro specifiche esigenze:
- Percorso "Avanzato" con abilitazione all'uso del defibrillatore
- Percorso "Base" per l'apprendimento delle principali tecniche salvavita
Progetto "Discoteche"
Le discoteche sono strutture ad alta frequentazione, dove possono verificarsi con una certa frequenza episodi che necessitano un intervento di primo soccorso da parte del personale.
Nei casi più gravi, la presenza di defibrillatori posizionati in punti strategici e di soccorritori abilitati all'utilizzo di queste apparecchiature è fondamentale per poter praticare in modo tempestivo interventi che possono rivelarsi "salvavita". L'apprendimento delle tecniche di primo soccorso verrà realizzato dalla N.S.T. attraverso percorsi formativi appositamente realizzati presso la struttura.
Il progetto promosso dalla N.S.T. prevede inoltre la possibilità, in base al numero di partecipanti al corso, di formazione gratuita di primo soccorso per il personale dei locali/discoteche aderenti all'iniziativa, con la donazione di un defibrillatore semiautomatico (DAE) che diventerà un dispositivo medico in dotazione della struttura. L'offerta formativa include inoltre un corso di aggiornamento gratuito per il personale, da realizzare a distanza di 6-12 mesi dalla prima formazione.
I moduli proposti si rivolgono al personale dei locali/discoteche, prevedendo percorsi di formazione strutturati in base alle loro specifiche esigenze:
- Percorso "Avanzato" con abilitazione all'uso del defibrillatore
- Percorso "Base" per l'apprendimento delle principali tecniche salvavita
Progetto "Stabilimenti Balneari"
In estate, gli stabilimenti balneari sono strutture ad altissimo flusso di persone, ed è fondamentale che il personale possegga le competenze e gli strumenti per poter svolgere in modo corretto e tempestivo un intervento di primo soccorso, in attesa dell'arrivo dei soccorsi medici.
Nei casi più gravi, la presenza di defibrillatori e di soccorritori abilitati all'utilizzo di queste apparecchiature è fondamentale per poter praticare in modo tempestivo interventi che possono rivelarsi "salvavita". L'apprendimento delle tecniche di primo soccorso verrà realizzato dalla N.S.T. attraverso percorsi formativi appositamente realizzati presso la struttura.
Il progetto promosso dalla N.S.T. prevede inoltre la possibilità, in base al numero di partecipanti al corso, di formazione gratuita di primo soccorso per il personale dello stabilimento balneare e di donazione di un defibrillatore semiautomatico (DAE) che diventerà un dispositivo medico in dotazione della struttura. L'offerta formativa include inoltre un corso di aggiornamento gratuito per il personale, da realizzare a distanza di 6-12 mesi dalla prima formazione.
I moduli proposti sono differenziati in base ai destinatari, prevedendo percorsi di formazione strutturati in base alle loro specifiche esigenze:
- Percorso "Avanzato" o "Base" per il personale dello stabilimento balneare
- Percorso "Base" per i frequentatori dello stabilimento
Progetto "Ristoranti"
Anche nei ristoranti è fondamentale garantire la presenza di personale formato a prestare interventi di primo soccorso. Nei ristoranti i rischi sono legati principalmente all'ingestione di cibi: bambini e adulti possono restare vittima di ostruzione respiratoria, o vi possono essere casi di intolleranza alimentare che si manifesta improvvisamente a seguito dell'ingestione di alimenti a rischio. Ma in generale nei ristoranti, come in ogni altro luogo ad alta frequentazione, possono verificarsi diversi tipi di malore che richiedono un pronto intervento salvavita.
Per quanto riguarda il personale, sono molto frequenti nel settore turismo e ristorazione gli shock traumatici da cadute e urti: possono accadere per esempio in cucina nella preparazione di cibi e bevande, nello svolgimento dei compiti di manutenzione, durante la pulizia, in fase di immagazzinamento, o per la caduta di materiale che può essere stoccato in locali stretti e con scarsa illuminazione. Altri possibili incidenti per il personale che lavora nei luoghi di ristorazione sono quelli dovuti a folgorazioni o ustioni.
L'apprendimento delle tecniche di primo soccorso verrà realizzato dalla N.S.T. attraverso percorsi formativi appositamente realizzati presso le strutture. Il progetto prevede inoltre la possibilità, in base al numero di partecipanti al corso, di formazione gratuita di primo soccorso per il personale dei luoghi di ristorazione aderenti all'iniziativa, con la donazione di un defibrillatore semiautomatico (DAE). L'offerta formativa include inoltre un corso di aggiornamento gratuito per il personale, da realizzare a distanza di 6-12 mesi dalla prima formazione.
I moduli proposti si rivolgono al personale dei luoghi di ristorazione, prevedendo percorsi di formazione alle tecniche di primo soccorso strutturati in base alle specifiche esigenze delle strutture che aderiranno all'iniziativa:
- Percorso "Avanzato" con abilitazione all'uso del defibrillatore
- Percorso "Base" per l'apprendimento delle principali tecniche salvavita